Anche Bari è parte del Servizio Civile

Parlare della propria città non deve impedire al proprio sguardo di allargarsi alle altre realtà. Ne sono sempre stata convinta e lo sono ancora di più dopo aver partecipato all’assemblea nazionale dei delegati dei volontari del Servizio Civile, il 15 e 16 marzo a Roma. Chi ci definisce ‘choosy’, bamboccioni, pigri e altre simili amenità, dovrebbe farsi un giro durante queste riunioni, troverebbe solo giovani preparati, volenterosi, aperti al mondo, che non si risparmiano la fatica anche in condizioni disagiate, ciò che probabilmente chi esprime tali giudizi mai ha fatto nella propria vita. Per questo parlavo di allargare lo sguardo. Cosa che hanno fatto (questione d’età? Forse) le giovani deputate del Partito Democratico Francesca Bonomo e Giulia Narduolo, intervenute in assemblea per supportare noi volontari e rendersi disponibili al confronto sul Servizio Civile, da anni vittima sacrificale dei tagli governativi ai bilanci statali.

Bari sarà della partita per la tutela di questa istituzione pacifica, di difesa non armata e non violenta della nostra povera Patria. Sono stata eletta rappresentante nazionale dei volontari per l’area Sud e mi impegnerò al massimo per diffondere la conoscenza del Servizio Civile e salvaguardare questa preziosa opportunità per i ragazzi italiani e la società intera. Sono felice e orgogliosa della fiducia che i miei colleghi hanno riposto in me e voglio esserne all’altezza. E sono convinta che la nostra città debba prestare maggiore attenzione al Servizio Civile, promuovendone la conoscenza e supportandone i progetti. Adesso è il momento di rimboccarsi le maniche.

 

serciv