‘Io posso entrare qui’: la spesa con il tuo cane ora è possibile grazie a Enpa Bari

Adesivo Enpa Bari

Domanda per i proprietari di cani: quante volte vi siete visti impedire l’accesso in un negozio con il vostro animale? Sicuramente moltissime. L’Italia non è un Paese troppo amico degli animali domestici (anche se più di altri Stati europei) e il Sud anche di meno. Ma da un po’ di tempo sulle vetrine degli esercizi commerciali di Bari e provincia sono comparsi i bollini blu dell’Enpa, un faro nel buio per tutti quei padroni che vogliono fare spese con il proprio quattro zampe senza essere costretti a lasciarlo sulla soglia, magari al freddo e sotto la pioggia. Di che si tratta? Molto semplice: è una sorta di ‘certificazione’ rilasciata dall’associazione animalista a tutti quei commercianti che accolgono i pelosetti senza problemi, che vengono inseriti in una lista a disposizione dei padroni, consultabile su Facebook (comprende anche l’elenco dei punti di ritiro dei bollini), dietro il modico contributo di 3 euro per finanziare le attività dell’associazione e coprire i costi di stampa. L’iniziativa è partita circa due anni fa con lo scopo di aiutare i padroni di cani a trovare negozi attenti alle loro esigenze, senza girare a vuoto in città: la risposta è stata subito positiva, come ci ha spiegato il presidente di Enpa Bari Ambra Bucciero, e man mano il gruppo si è trasformato in un punto di riferimento per discutere dei problemi degli animali in città. “Tantissimi negozianti vogliono ottenere l’adesivo – racconta la Bucciero – tanto che non riusciamo a far fronte a tutte le richieste: per questo da settembre organizzeremo eventi per distribuire gli adesivi e allargare il dibattito cittadino sulle tematiche animaliste; ci piacerebbe anche associare al bollino delle ciotole d’acqua da posizionare sulla soglia dei negozi”. La campagna di sensibilizzazione sta dando i suoi frutti e il numero dei negozi è in continuo aumento: complice la crisi economica, anche molti negozianti scettici hanno preferito aderire, pur di non perdere una potenziale clientela e una pubblicità gratuita, tanto che alcuni hanno notato addirittura un aumento delle vendite. “Negli ultimi anni la cultura e l’attenzione nei confronti degli animali domestici nella nostra città sono decisamente migliorate, anche se c’è ancora molto da fare – conclude la Bucciero – la gente è più sensibile ed è questo il momento giusto per chiedere più attenzione alle amministrazioni”.  Se anche voi conoscete negozi che accolgono i nostri amici animali, parlate dell’iniziativa con i proprietari: chissà che non serva a evitare la maglia nera alla nostra città per numero di abbandoni di cani in estate, come emerge proprio oggi dai dati del Telefono Amico Aidaa.

2 commenti

  1. Bella iniziativa, grazie a enpa.

    1. Sì è davvero utilissima!

I commenti sono chiusi.